Cucina Irlandese: i piatti tipici

Anche se la l'Irlanda è principalmente famosa per la birra prodotta, la Guinness, servita alla spina e a temperatura ambiente, non si può mettere da parte la sua grande varietà di piatti molto semplici, ma gustosi. Ecco le migliori tradizioni gastronomiche della cucina irlandese.

Per chi volesse assaggiare queste specialità senza dover per forza prendere l'aereo, ci sono diversi ristoranti su roma che fanno questo tipo di cucina.

Zuppe irlandesi

Utilizzando per secoli un grosso calderone di ferro per cucinare (il gridale), gli irlandesi producono da sempre piatti locali con una lunga preparazione come le zuppe e gli stufati bollenti, caratteristici dei paesi freddi. Ricchi di erba verdeggiante e grandi e immensi pascoli, gli irlandesi sfruttavano molto l’allevamento delle pecore per la lana, che a tarda età venivano macellate.

Carne delle ricette irlandesi

Il montone è probabilmente il piatto di carne più emblematico della cultura irlandese e la cottura richiede molto tempo; l’irish stew è il “secondo” piatto più famoso dell’Irlanda, uno stufato di montone (per chi piace addirittura bagnato dalla Guinness). Molto appetitoso è anche il Dublin Coddle, una portata di salsiccia, prosciutto e pancetta fatti stufare con patate e cipolle.

Pesce, un piatto dei mari d'Irlanda

Essendo un’isola, l’Irlanda è ricca anche di una cultura peschereccia: spesso accompagnati dal “white souce”, una crema di formaggio inglese, o coperto da un potato crust, una crosta di patate schiacciate condite con del burro, troviamo sulle tavole irlandesi filetti di merluzzo e salmone.

In realtà, nonostante l’abbondanza di pesce soprattutto sulle coste dell’isola, generazioni di irlandesi hanno considerato
il pesce come un piatto da poveri, perché associato a una penitenza nella cultura religiosa. Specialità della zona di Galway sono però le ostriche accompagnate da una pinta di birra scura.

Sicuramente molto più frequentemente gli irlandesi preparano zuppe e minestre di vari tipi, dalla verdura alla carne, dal pesce ai legumi, conosciuti in Irlanda grazie all’arrivo degli anglo-normanni nel XII secolo.

Contorni e Dolci

Non mancano di certo i contorni di patate, arrivata nell’isola dal Nuovo Mondo, che sono considerate dagli inglesi la pietanza principale che accompagna qualsiasi portata: il contorno classico dell’Irlanda è un piatto di patate schiacciate,il colcannon, (il nostro purè)…ovviamente condito con abbondante burro!

Tra i dolci più diffusi infine troviamo la porter cake, una torta di frutta secca e birra. Per concludere il pasto, è sempre consigliato, l’Irish caffè, una specie di cocktail a base di caffè corretto con il whiskie.

Ricetta del colcannon

Un piatto molto particolare della cucina irlandese, ovviamente a base del tubero più amato dai golosi, è il colcannon, ovvero una sorta di sformato di patate veramente gustoso e speciale. Vediamo dunque come prepararlo, non dimenticandoci nel frattempo di mettere in ghiaccio una bella birra fresca, ovviamente irlandese.

Per preparare un ricco sformato di patate per circa 5-6 persone, abbiamo bisogno di ingredienti freschi a volontà:

  • 4 patate a polpa bianca
  • 1 cipolla
  • mezzo chilo di verza
  • una tazza abbondante di latte
  • 80 grammi di burro
  • sale e pepe

Preparazione dello sformato di patate

Cominciamo subito a lavorare le nostre patate, uno dei capisaldi della cucina irlandese di ogni latitudine. Laviamole per bene dalla terra e portiamole a bollire in abbondante acqua fredda. Il tempo di cottura dopo l'ebollizione deve essere di circa 30 minuti, in modo che si ammorbidiscano del tutto.

Nel frattempo puliamo il cavolo verza eliminando le foglie più dure ed il centro. Riduciamo le foglie morbide a strisce e mettiamole a lessare in una padella con un po' di acqua salata per almeno 10 minuti. Finito il tempo di cottura, mettiamole ad asciugare dopo averle scolate per bene.

Quando le patate sono pronte, possiamo scolarle e sbucciarle, prima di passarle finalmente nello schiacciapatate come se stessimo preparando un purè. Ora è il momento della cipolla, che va tritata a pezzettini e messa a rosolare con il burro in un tegame. Aggiungiamo alla cipolla la verza, le patate ed il latte, amalgamando il composto a fiamma media per circa 2-3 minuti.

A questo punto possiamo ungere una teglia da forno in cui andare ad adagiare il nostro colcannon: lasciamo in forno a 180 gradi per altri 10 minuti. Prima di servire, regoliamo di sale e pepe.